DINO GALOZZI – ASSISTANT COACH OF ABA’S UNDER 15

CONFIRMED

La società è molto contenta di poter comunicare a tutti i membri della nostra realtà che anche per la prossima stagione Dino Galozi rientrerà tra le fila dello Staff Tecnico bianco-blu.

Per Dino la prossima stagione sarà l’ottava da assistete allenatore con indosso i nostri colori e questo lo fa entrare di diritto tra i più longevi allenatori della nostra società. Siamo convinti che la sua notevole esperienza potrà tornare molto utile ai ragazzi del 2006, chiamati ad un definitivo salto di qualità e ad un consequenziale consacramento.

Giocatore formato e cresciuto nelle giovanili dell’allora Pallacanestro Legnano degli anni ’80 e poi passato alle categorie senior fino all’età di 37 anni (ultimo campionato da giocatore stagione 2004/05 in Promozione girone di Milano).

Nel lontano 1987 consegue il diploma di geometra presso l’Istituto Tecnico Commerciale e Geometri “G. Maggiolini” a Parabiago. Oggi lavora presso il comune di Milano in qualità di Istruttore dei Servizi Tecnici nell’Area Verde Agricoltura e Arredo Urbano.

Dopo aver smesso di giocare a livello agonistico, inizia a collaborare come assistente in alcune squadre dell’hinterland legnanese fino a quando, dopo alcuni anni, si ricongiunge con coach Morazzoni che affianca nella gestione del gruppo U12 del Legnano Basket.

Nel 2011 lo stesso staff tecnico, a seguito delle ottime prestazioni e dell’ottimo lavoro svolto quotidianamente in palestra con i ragazzi durante tutto l’arco della stagione precedente, riceve un offerta da parte di ABA. I due coach vengono chiamati ad allenare l’U13 della società bianco- blu, ovvero i ragazzi nati nel 1999, entrando così di conseguenza a far parte della nostra società.

OBIETTIVO PER LA PROSSIMA STAGIONE:

“Il gruppo 2006 nella prossima stagione cestistica è atteso ad un vero salto di qualità come squadra, ma soprattutto dovrà esserci un cambio di marcia individuale, ogni giocatore dovrà acquisire e riconoscere le proprie qualità tecniche e caratteriali, per capire quale strada intraprendere e quale giocatore può diventare nel prossimo futuro”.